Pittore sconosciuto, acquerelli ritrovati. Episodio uno

Iniziamo dal ritrovamento di questi acquerelli. Ho recentemente acquistato una cantina abbandonata in un paese del basso Lazio, pochi metri quadrati pagata veramente un sciocchezza. La mia intenzione era quella di utilizzarla per depositare le cose che non uso ma di cui non voglio disfarmi.
La cantina è molto asciutta e quindi molto adatta allo scopo ed era di proprietà di un signore che vive in Germania e che ha ereditato oltre alla cantina un paio di piccoli appartamenti da un lontano parente.
Gli appartamenti sono stati venduti molto velocemente mentre la cantina rischiava di restargli sul groppone ed è qui che sono entrato in gioco io avendo saputo di questo piccolo locale dai miei genitori che vivono nello stesso paesino.
Detto e fatto ho acquistato il locale per pochi spicci.
Quando sono entrato c’erano ancora alcune cose qualche mobile tarlato e sotto un scaffale la famosa valigia che ho aperto incuriosito sperando di non trovarvi alcuno scheletro. Dentro la valigia c’erano invece un centinaio di acquerelli e un po’ di materiale per dipingere. Gli acquerelli sono tutti quasi tutti dei dipinti astratti nei quali però si può evincere qualche figura più definita. Io li ho trovati bellissimi, anche se non posso in alcun modo definirmi un esperto e da qui è nata la mia voglia di conoscere qualcosa in più sull’autore, che rimane al momento sconosciuto.
Mi piacerebbe coinvolgervi, attivamente o passivamente in questa ricerca così ho deciso di dare nuova vita al mio blog, che ormai stavo trascurando da tempo e di scrivere un post ad episodi per tenervi aggiornati sulla ricerca dell’autore.

Il primo passo è stato quello di contattare il proprietario da cui ho acquistato la cantina che nel frattempo è già ripartito per la Germania. Dopo tante telefonate a cui non ho ricevuto risposta alla fine si è degnato di pigiare sul pulsante verde e sentire quello che avevo da chiedergli. La sua risposta lapidaria suona più o meno così: “Non ne so niente, non mi interessa niente, tutto quello che hai trovato nella cantina è tuo e puoi tenerlo”.

Fine episodio primo

Lascia un commento