Rizzoli le novità di gennaio

Rizzoli presenta i titoli che inaugureranno l’anno nuovo, ricordandovi inoltre i freschi di stampa già in libreria in queste ultime settimane.

NARRATIVA

GIUSEPPE FABRO
Il sangue dei padri
 
È un’epopea tragica di una banda di ventenni nella Genova di fine anni Sessanta il primo romanzo di Giuseppe Fabro, educatore professionale da oltre trent’anni, durante i quali ha fondato tre comunità terapeutiche per il recupero da tossicodipendenze, alcol e disagio sociale. Il sangue dei padri narra l’educazione criminale dei figli del dopoguerra. Il loro tirocinio è la strada – scippi, furti, piccole rapine violente nei caruggi – e, mentre in Italia soffia il vento di nuove rivoluzioni, sono pronti a dare l’assalto al cielo criminale di Genova, spazzando via la vecchia malavita al ritmo di Beatles e Rolling Stones e lasciandosi dietro una scia di sangue.
(Rizzoli, pp. 336, € 19)

IN LIBRERIA DAL 14 GENNAIO
Contatti stampa: giulia.magi@consulenti.rizzolilibri.it, 3924359840
FERRUCCIO PARAZZOLI
Happy hour
 
È sabato sera, a Milano, il momento dell’happy hour, dell’ora felice. In corso Buenos Aires, via dell’abbondanza e dello shopping, all’improvviso un uomo si toglie la vita: è il caso zero, quello da cui tutto comincia. Nelle settimane successive, un’inspiegabile epidemia di suicidi paralizza la città. Un male di vivere improvviso e irrimediabile. Quando il morbo si aggrava e Milano viene messa in quarantena, al professore di Letteratura francese Mario Spinoza pare indispensabile ricercarne le ragioni, per rispondere a una domanda fondamentale: esiste ancora, nel nostro tempo, qualcuno in grado di essere felice? (Rizzoli, pp. 208, € 18)

IN LIBRERIA DAL 14 GENNAIO
Contatti stampa: ornella.matarrese@rizzolilibri.it, 0275424118, 3394498294
MASSIMILIANO VIRGILIO
Le creature
 
L’Americano è stato il libro straniero più letto in Cina, con 300.000 copie vendute e una serie tv in arrivo. Il nuovo romanzo, Le creature, è il racconto di un sottosuolo in cui si muovono esistenze al di là del bene e del male. «Quando ho scoperto che alla periferia di Napoli esistevano delle case in cui vivevano bambini figli di migranti, invisibili senza documenti di cui i genitori non potevano occuparsi, ho deciso di raccontare questa storia», spiega l’autore. «In napoletano per chiamare i bambini si dice ’a creatura, la creatura». E creature sono il ragazzino cinese Han, l’ucraino Dimitri, il senegalese Ismail, l’italiana Nina e suo cugino, lo spietato Gemello. Finiranno l’uno contro l’altro, manipolati dagli adulti, in una scena di massacro totale, anch’essa ispirata a un fatto di cronaca. (Rizzoli, pp. 240)

IN LIBRERIA DAL 28 GENNAIO
Contatti stampa: giulia.magi@consulenti.rizzolilibri.it, 3924359840
PAULINE DELABROY-ALLARD
È la storia di Sarah
 
Finalista al premio Goncourt 2018 con questo suo romanzo d’esordio, Pauline Delabroy-Allard è nata nel 1988 ed è insegnante di liceo nella cittadina di Vanves. Ha conquistato l’intera critica letteraria francese, entusiasmata dalla sua scrittura. È la notte di capodanno quando, in un appartamento parigino, scoppia una passione tempestosa e inaspettata  tra la narratrice, divorziata e madre, e Sarah, creatura capricciosa e di inusitata bellezza. A entrambe non è mai capitato prima di invaghirsi di una donna. Un sentimento che si trasforma in ossessione, fino a un nuovo squarcio, una frattura, una svolta. 
(Rizzoli, pp. 192, € 17)

IN LIBRERIA DAL 14 GENNAIO
Contatti stampa: giulia.magi@consulenti.rizzolilibri.it, 3924359840
IAIN REID
Sto pensando di finirla qui
 
Il suo secondo romanzo, Foe, è un bestseller internazionale i cui diritti cinematografici sono già stati acquisiti, ma Iain Reid ha riscosso un successo internazionale fin dal suo esordio in narrativa con Sto pensando di finirla qui, da cui è tratto il film di Netflix in arrivo nel 2020 con il premio Oscar Charlie Kaufman alla regia e Jessie Buckley nel ruolo della protagonista. Jake ha presentato la sua ragazza ai genitori e ora, dopo una serata di ricordi d’infanzia un po’ inquietanti e strane telefonate anonime sul cellulare di lei, stanno tornando in città. La ragazza sta pensando che dovrebbe mettere fine alla loro storia quando Jake imbocca una strada isolata, parcheggia e sparisce dentro la scuola di fronte. Lei aspetta a lungo finché non decide di entrare. Ma di Jake non c’è traccia. (Rizzoli, pp. 256)

IN LIBRERIA DAL 28 GENNAIO
Contatti stampa: ornella.matarrese@rizzolilibri.it, 0275424118, 3394498294
DANIEL JONES
Modern Love
 
Dopo il successo della serie tv in onda da ottobre su Amazon Prime – nel cast Anne Hathawey, Tina Fey e Dave Patel diretti da John Carney – la fortunata rubrica settimanale del “New York Times” arriva anche in libreria. Daniel Jones, il direttore della column che da 15 anni racconta quotidiane storie di vita e d’amore, ha difatti deciso di proporre alcuni di quei racconti raccogliendoli in un volume. Storie intime, tristi o felici, ordinarie o fuori dagli schemi, ma tutte sicuramente vere, com’è vera e frizzante la città, New York, che fa da coprotagonista in questo libro dalle infinite tonalità emotive, che regala l’idea di leggere l’amore in tutte le sue forme. (Rizzoli)

IN LIBRERIA DALL’11 FEBBRAIO
Contatti stampa: giulia.magi@consulenti.rizzolilibri.it, 3924359840

FRESCHI DI STAMPA

GUIDO CATALANO
Poesie al megafono
 
«Una delle cose che più mi son sentito dire negli anni, da quando ho intrapreso la carriera di poeta professionista vivente», ci racconta Guido Catalano, è: «“Belle le tue poesie eh, però ascoltate dalla tua voce sono ancora più belle”». E dunque, per venire incontro a questa imprescindibile esigenza (mentre i suoi tour a teatro fanno sempre sold-out), nasce Poesie al megafono. Che non è un audiolibro. È un libro parlante, con la vera voce di Guido Catalano. Il primo libro sonoro per adulti. Perché chi l’ha detto che i libri sonori sono robe da bambini? (Rizzoli, pp. 26, € 16)

Contatti stampa: donatella.giancola@rizzolilibri.it , 0275424114
SANDRONE DAZIERI
La danza del Gorilla
 

Personaggio leggendario del noir italiano, a dieci anni dalla sua ultima apparizione il Gorilla è tornato. Dieci anni fa qualcuno gli ha sparato in testa. Ha cambiato vita e se ne sta ad Amsterdam dove, grazie alle proprietà terapeutiche della marijuana, ha stipulato una tregua con il suo alter ego: il Socio, il doppio in agguato, che gli ruggisce dentro e che è sempre pronto a prendere il sopravvento. Disturbo Dissociativo dell’Identità. Il Gorilla ne soffre sin da bambino ma ha imparato a nascondersi e sopravvivere. Ora però deve rientrare a Milano per la morte di un amico, dove finirà invischiato nel pasticcio di un incendio doloso. In un viaggio al termine della notte che svela la schizofrenia di questo tempo marcio, ammantato di promesse scintillanti come i nuovi grattacieli, inchiodato alle ingiustizie di sempre. 
(Rizzoli, pp. 240, € 18)

Contatti stampa: ornella.matarrese@rizzolilibri.it, 0275424118, 3394498294
NICHOLAS SEARLE
L’inganno perfetto
 
È una storia ingegnosa di scatole cinesi e ambiguità il romanzo d’esordio di Nicholas Searle da cui è tratto il film, al cinema ora, in cui i due protagonisti hanno il volto del premio Oscar Helen Mirren e di Ian McKellen, mostro sacro del cinema contemporaneo. Un uomo che mente da tutta una vita e una vedova dall’aria innocua. A Roy lei, Betty, sembra un dono piovuto dal cielo, il bersaglio ideale per il colpo che lui, truffatore di lungo corso, intende mettere a segno. Il piano è semplice, un classico più volte collaudato. Eppure, a poco a poco, Roy si ritrova protagonista di un secondo atto inatteso e funambolesco, il più insidioso cui abbia mai preso parte. 
(Rizzoli, pp. 368, € 19)

Contatti stampa: giulia.magi@consulenti.rizzolilibri.it, 3924359840
MARIA SEMPLE
Che fine ha fatto Bernadette?
 
Da questo sorprendente ritratto femminile, che celebra l’istinto di fuga che cova dentro ognuno di noi, è tratto il film diretto da Richard Linklater con il Premio Oscar Cate Blanchett, Billy Crudup, Kristen Wiig, Judy Greer e Laurence Fishburne, nelle sale italiane in questi giorni. Bernadette Fox non è un tipo facile. Sarà forse a causa degli occhialoni da diva, dei modi scostanti o dell’abrasiva ironia con cui considera le cose del mondo. Esce di rado, trascura la casa e non fa nulla per nascondere l’indifferenza nei confronti dei comitati scolastici. Quando la figlia Bee chiede un viaggio in Antartide come premio per la pagella perfetta, Bernadette si getta nei preparativi. Ma, consumata dallo sforzo di adattarsi a una vita che non le assomiglia affatto, è una donna sull’orlo di una crisi di nervi. E all’improvviso scompare.
(Rizzoli, pp. 368, € 19)

Contatti stampa: giulia.magi@consulenti.rizzolilibri.it, 3924359840

SAGGISTICA

VITTORINO ANDREOLI
Homo incertus
Il bisogno di sicurezza nella società della paura 
 
Se la comunità serve a dare certezze e difesa, in alcuni momenti storici o in alcune società si può giungere alla paura di vivere a contatto con gli altri, come se fossero nemici. E cosi si rimane soli mentre si cerca disperatamente un rifugio. Dopo Homo stupidus stupidus, con questo nuovo saggio Vittorino Andreoli costruisce un’analisi delle sorgenti psicologiche e sociali dell’incertezza, per suggerirci come gestire l’insicurezza. Mostrandoci come la nostra fragilità richiede l’aiuto dell’altro, ovvero di un’altra fragilità che, insieme, possono generare forza. Innescando così un processo di legami interumani più ampio, per vincere la paura e unire la comunità, per imparare a comprendere anziché isolare e combattere. (Rizzoli, pp. 192, € 18,50)

IN LIBRERIA DAL 14 GENNAIO
Contatti stampa: ornella.matarrese@rizzolilibri.it, 0275424118, 3394498294

Lascia un commento